Tifiamo Sharks

MONTEGRANARO NEL FINALE LA SPUNTA SUGLI SHARKS

Roseto: Ogide 9, D’Eustachio 2, Lupusor 18, Contento 6, Di Bonaventura 6, Lusvarghi 3, Marulli 18, Infante 7, Dri 11 All: Di Paolantonio

Montegranaro: Brighi, Rivali 7, Powell 32, Corbett 26, Gueye 7, Maspero 8, Zucca 2, Ciarpella, Urso All: Ceccarelli

Parziali: 18-16, 21-22, 15-27, 26-17

Prima sconfitta del precampionato per gli Sharks, che vengono battuti al PalaMaggetti dalla Poderosa Montegranaro col punteggio di 80-82 ( anche se a ogni quarto il tabellone veniva azzerato). Senza Casagrande,  Zampin e Combs e con l’esordio di Contento durato meno di metà partita causa un infortunio alla caviglia, a fare la voce grossa sono  Lupusor e Marulli entrambi con 18 punti.  I marchigiani, privi di Amoroso colpito da una storta, hanno avuto nel duo Powell-Corbett 58 punti, oltre ad un ottimo Rivali e un concreto Gueye.

 Alla palla a due, coach Di Paolantonio manda in campo Marulli, Contento, Di Bonaventura, Lupusor e Ogide; coach Ceccarelli risponde con Rivali, Corbett, Gueye, Zucca e Powell. I due USA ospiti iniziano a fare subito la voce grossa, con la tripla di Corbett e 5 punti in fila di Powell, ma Marulli e Contento confezionano in risposta un 8-0 per il +6 (14-8). Le bombe di Gueye e Maspero riportano l’XL Extralight avanti, ma un siluro di Dri sulla sirena del quarto permette ai padroni di casa di chiudere sul 18-16 i primi 10’.I liberi di Powell e due tabellate di Infante aprono il secondo quarto per il 7-6, poi Gueye e ancora il pivot ex Treviso scrivono +5 Montegranaro dalla lunga distanza. Lupusor e Marulli tengono a galla i biancazzurri con due canestri da 3, ma Powell e Corbett sono indiavolati e firmano i canestri del +4; la tripla di Dri chiude i secondi 10’ sul 21-22.

 Se i primi due quarti si sono giocati sul filo dell’equilibrio, la Poderosa approfitta di alcune disattenzioni difensive, convertite in canestri in contropiede, per scappare all’inizio del secondo quarto e trovare la doppia cifra di vantaggio con Maspero e due bombe di Powell. Lupusor e Infante provano a diminuire il gap, ma il 2+1 di Corbett del 30’ scrive 15-27 come punteggio del terzo periodo.Gli Sharks ritrovano l’energia negli ultimi 10’, coach Ceccarelli abbassa il quintetto e allora Ogide può trovare il fondo della retina più facilmente. Con due triple impossibili di Lusvarghi e Lupusor, Roseto trova anche il +11 (23-14) e la parità nel punteggio complessivo, ma la precisione ai liberi di Corbett e Rivali permette ai gialloblu di chiudere il quarto sul 26-17 e sul +2 il match nel conto totale.I biancazzurri escono comunque tra gli applausi del pubblico, anche oggi numeroso, dal momento che se la sono giocata alla pari contro una delle squadre meglio attrezzate del campionato nonostante una rotazione molto ma molto ridotta. Prossimo appuntamento sabato 9 settembre al PalaAngeli di L’Aquila contro Rieti.

Coach Emanuele Di Paolantonio a caldo dopo il match: "Siamo abbastanza soddisfatti dell'amichevole e del lavoro fatto fin ora; sappiamo che c'è ancora tanto da migliorare, ma sono contento dell'approccio dei ragazzi in allenamento e partite. Diversi giocatori hanno problemi fisici, soprattutto tra gli esterni, e ciò aumenta il valore di chi gioca, che non si tira mai indietro. Dobbiamo imparare a conoscerci di più l'uno con l'altro e capire meglio cosa fare in campo per raggiungere l'obiettivo che rimane sempre quello della salvezza."

Al fine di fornire la migliore esperienza online questo sito utilizza i cookies.
Utilizzando il nostro sito, l'utente accetta il nostro utilizzo da parte dei cookie.