Rosetosharks

Switch to desktop Register Login

LA VIRTUS BOLOGNA ESPUGNA IL PALAMAGGETTI In evidenza

Roseto: Smith 13, Cantarini ne, Piazza 3, D’Emilio ne, Fultz 10, D’Eustacchio ne, Radonijc, Fattori, Mei 14, Casagrande 9, Amoroso 19, Sherrod 15  All: Di Paolantonio

Virtus: Spissu 9, Umeh 11, Spzzichini 4, Ndoja 12, Rosselli 14, Michelori 3, Oxilia ne, Gentile 16, Penna ne, Lawson 20, Bruttini 2  All: Ramagli

 

Arbitri: Bartoli, Pezzaglia, Pepponi  

Note: Parziali: 19-28, 32-45, 57-62. Roseto: 13/30 da 2, 15/29 da 3, 12/15 ai liberi, 29 rimbalzi (11 offensivi), 18 assist, 14 palle perse, 5 palle recuperate. Virtus: 20/32 da 2, 12/20 da 3, 15/19 ai liberi, 23 rimbalzi (3 offensivi), 12 assist, 10 palle perse, 5 palle perse. Usciti per cinque falli: nessuno. Luogo: PalaMaggetti Turno di A2: gara 3 quarti Spettatori: 3500

La Virtus Bologna è corsara e si riprende il fattore campo, espugnando il PalaMaggetti col punteggio di 83-91. Le V Nere hanno condotto dall’inizio alla fine, meritando sul campo il successo; gli Sharks, dalla loro, hanno sempre ribattuto colpo su colpo, ma non hanno poi avuto la forza di sorpassare. Inizio ad handicap con un +10 fulmineo per gli ospiti, poi grande reazione dopo l’intervallo a ridurre il gap fin quasi alla parità, ma la verve del gruppo italiano dei bianconeri (Gentile, Rosselli e Ndoja su tutti) è risultata decisiva per il successo e il 2-1 nella serie in favore della formazione emiliana. Ora Fultz e compagni sono con le spalle al muro, ma hanno dimostrato di poter competere con i ragazzi di coach Ramagli.

Alla palla a due, coach Ramagli schiera Spissu in cabina di regia, Umeh e Rosselli esterni, Ndoja e Lawson sotto canestro; coach Di Paolantonio risponde con Fultz playmaker, Smith e Casagrande esterni, Amoroso e Sherrod nel pitturato. Ndoja apre le danze con una tripla, Lawson segue con una schiacciata, Sherrod sblocca i suoi con la stessa carta ma i due lunghi bianconeri sparano le bomba del 2-11  a 6:29, che costringe coach Di Paolantonio a chiamare minuto. Smith manda a bersaglio dai 6.75 per due volte, Casagrande scrive -1 da sotto ma Lawson schiaccia il 10-13 a 4:16. Spissu realizza da 3, poi mette il nuovo +8 in contropiede, Sherrod ferma il parziale con una bella giocata e l’entrata di Casagrande significa 14-18 a 2:20. Rosselli si sblocca dalla lunga distanza, Gentile fa canestro in penetrazione, Sherrod risponde da sotto, poi Spissu e Mei dall’arco per il 19-26. Lawson chiude il primo quarto sul 19-28 con un canestro da sotto.

Due canestri di un indemoniato Lawson sbloccano il secondo periodo, Fultz fa ½ ai liberi, poi Spizzichini segna 4 punti in fila per il 20-36. Bruttini fa 2/2 a cronometro fermo, Mei e Amoroso provano a scuotere Roseto con due triple, Piazza li imita ma Umeh ferma il parziale dalla stessa distanza: 29-41 a 3:04. Amoroso centra nuovamente il bersaglio grosso, Rosselli è glaciale dalla lunetta, poi un canestro fortunoso di Lawson chiude la prima metà di gara sul 32-45.

Al rientro in campo, Umeh segna in entrata, Casagrande risponde da 3 e Amoroso dalla lunetta per il -9, poi ancora l’ala ex Virtus Roma e Sherrod confezionano il -5: 42-47 a 5:46 e il PalaMaggetti diventa una bolgia. Umeh e Spissu riaprono il solco, Fultz ferma il parziale dalla lunga distanza ma Rosselli scrive 45-54 in entrata. Amoroso spara una tripla, poi fa un importantissimo 3/3 dalla lunetta, Michelori invece solo 1/2  ma Rosselli manda a bersaglio il pesante 3 punti del 51-58 a 1:47. Rosselli trova ancora il fondo della retina, Fultz replica dai 6.75, poi Michelori e Sherrod sulla sirena firmano il 57-62 di fine terzo periodo.

La tripla di Gentile apre il quarto quarto, Smith risponde in entrata, Ndoja e Mei (due realizzazioni) dall’arco per il 65-68 a 6:44 che fa esplodere i 3500 sugli spalti. Dopo una sospensione per qualche minuto per lancio di oggetti in campo, Gentile trova il canestro dalla media, Smith risponde da 3, Lawson fa 2/2 ai liberi e Amoroso segna da sotto: 70-72 a 5:03. Umeh realizza in entrata, Gentile è glaciale a cronometro fermo e Rosselli di tabella: 70-78 a 3:31, ora serve quasi un miracolo per raddrizzare la partita. Gli Sharks ripartono da un canestro dalla media di Smith, Ndoja risponde con una tripla, Sherrod fa canestro da sotto, poi Rosselli e Mei confezionano il 76-83 a 1:36. Lawson confeziona un 2+1, Sherrod schiaccia il nuovo -8 ma Rosselli e Umeh la chiudono definitamente ai liberi con 1’ di anticipo. La tripla finale di Fultz alleggerisce soltanto il passivo: finisce 83-91.

Si torna in campo tra 48 ore per gara 4: appuntamento domenica 21 maggio alle ore 19 al PalaMaggetti.

Edoardo Testa, ufficio stampa Roseto Sharks

Vota questo articolo
(6 Voti)
Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Roseto Sharks S.S.D. a r.l. - Piazzale Olimpia 1 - 64026 Roseto degli Abruzzi (TE) - P.I. 01604840676 - Tel. 085-8942890 - Fax 085-8942890 - email: info@rosetosharks.com Registro Stampa n. 664 del Tribunale di Teramo - Direttore Responsabile: Vincenzo Angelico - Editore: Roseto Sharks S.S.D. a r.l. Copyright © 2013. All Rights Reserved. - Powered by MORENO DI EGIDIO

Top Desktop version

Questo sito usa cookie tecnici, di profilazione e analitici. Navigando il sito web dichiari di accettare e acconsentire un utilizzo dei cookie in conformità con i termini di uso espressi nel documento Cookies Info